Come e perché definire i propri obiettivi

Uno degli argomenti più gettonati sulle varie piattaforme social è legato al raggiungimento dei propri obiettivi, di qualsiasi genere essi siano. Tutti ne parlano, consigliano e scrivono frasi motivanti per stimolarti e invitarti a inseguirli, ma quanti di noi hanno degli obiettivi reali, specifici e definiti nel tempo? Quanti di noi si alzano alla mattina con l’intenzione di fare qualcosa di diverso rispetto al giorno precedente per avvicinarsi il più possibile al proprio obiettivo?
C’è chi decide anche di farsi trascinare dagli avvenimenti senza fare grandi cose per andare contro corrente e prendere in mano la propria vita, c’è chi la trascorre giorno dopo giorno in maniera inesorabile secondo le proprie abitudini, c’è chi si trascina in modo piatto e anonimo acconsentendo al suo solito tran-tran…si tratta pur sempre di scelte, ma possiamo ricondurle senza ombra di dubbio alla decisione di non prendere decisioni.

Porsi dei traguardi ma soprattutto raggiungerli rende la nostra esistenza più motivante e significante, ci fa sentire più sicuri, accresce l’amore per noi stessi e sviluppa la nostra autostima, e tutte queste caratteristiche prendono vita e si sviluppano anche con l’esperienza.

Per tutti quelli che invece vogliono iniziare ad apportare dei piccoli cambiamenti e non sanno come cominciare, oggi vedremo uno dei tanti metodi che si utilizzano per definire un obiettivo a partire dal punto “A”, ovvero la situazione attuale, per giungere al punto “B”, ovvero dove vogliamo arrivare. In particolare ci soffermeremo sul metodo che hanno individuato la dott.ssa S. Dembkowski e la dott.ssa F. Eldbridge che insieme hanno creato il Metodo ACHIEVE (Realizzare), e al fine di ottenere risultati più efficaci vi suggerisco di prendere carta e penna per scrivere i vostri pensieri.

Il Metodo ACHIEVE nello specifico rappresenta quanto segue:

A – Valuta la situazione Attuale e quelle passate, soffermandoti su aspetti che ti hanno portato nella situazione in cui ti trovi ora.
C – Brainstorming (tempesta di cervelli)  – aumenta le opzioni a disposizione per uscire dalla situazione di “Blocco” e scrivi almeno 6 opzioni diverse tra loro.
HHome Goals – trasforma le alternative in obiettivi specifici, positivi,  desiderati e temporizzati.
I – Sviluppa una serie di alternative per raggiungere l’obiettivo (che io personalmente le definisco Piano B,C,D,E…)
E – Valuta e sviluppa criteri significativi per aumentare l’attenzione verso l’azione, anche in questo caso è l’azione che comanda, perché bastano infatti piccoli passi quotidiani per fare la differenza.
V – Progetta un piano d’azione concreto e pragmatico.
E – Encourage Momentum – il nuovo comportamento deve diventare la nuova realtà, godersi pienamente i risultati raggiunti potrebbe generare nuovi obiettivi per mantenervi sempre allenati al cambiamento, che non ci deve mai spaventare.

Il dettaglio che fa la differenza in questi casi è proprio il compito di scrivere su carta i propri pensieri per ogni passo che abbiamo visto, perché in solo sette passaggi vi accorgerete di aver individuato almeno un obiettivo su cui focalizzare la vostra attenzione e dedicare le vostre energie per sviluppare come almeno un piano d’azione per cercare di raggiungerlo.

Aspetto i vostri feedback in merito e rimango come sempre a disposizione per approfondire qualsiasi argomento sia di vostro gradimento.

2 pensieri riguardo “Come e perché definire i propri obiettivi”

  1. Interessante articolo e metodo ACHIEVE che non conoscevo (grazie!). Personalmente penso che valutare ogni giorno la propria situazione aiuti ad avere chiara la BIG PICTURE, ossia la visione assoluta di dove siamo e dove vogliamo andare. Penso sia anche importante, però, non soffermarsi troppo su tutte le cose da fare per il raggiungimento dei propri obiettivi, ma fare una lista delle priorità e ogni giorno fare qualcosa, anche quando è una giornata no. Rivalutare poi il giorno precedente e i passi che abbiamo mosso verso la nostra direzione, ci aiuta a trovare nuovi stimoli e quindi a camminare più veloci.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Manuel. Condivido pienamente il tuo pensiero. A volte facciamo fatica a focalizzare l’obiettivo a causa delle interferenze esterne, proprio per questo dovremmo ritagliarci del tempo per osservare e ascoltare i nostri pensieri, le nostre emozioni e riallinearci sulla strada che ci porterà alla realizzazione dei nostri traguardi.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...